La Divisa

Per un praticante appena iscritto, alle prime armi con una disciplina marziale, basterà indossare (solo per le prime lezioni) una semplice tuta.
Franco mod Una volta avviato il percorso, egli dovrà utilizzare un Keikogi bianco (erroneamente chiamato Kimono), judogi o karategi che sia. Alle ragazze è consentito utilizzare una maglia o un corpetto bianco al di sotto della giacca del Keikogi.
Nello studio del Ju Jutsu Tradizionale e in quello delle Armi, è “preferibile” che lo studente indossi la gonna-pantalone tipica delle Scuole Tradizionali (Hakama), in associazione al Keikogi bianco (i cui pantaloni dovrebbero arrivare appena al di sotto del ginocchio). Per i più piccoli, dato anche il rapido accrescimento e le difficoltà nel reperire le Hakama di taglia piccola sarà sufficiente l’uso del keikogi.
Nel caso si stia usando lo Iaito o la Katana, sotto l’Hakama va indossato anche l’Obi, ossia una cintura di tessuto spessa avvolta intorno alla vita.
Per quanto riguarda la difesa personale, si usa sempre un Keikogi bianco, insieme alla cintura, il colore della quale starà ad indicare il grado raggiunto dal praticante.
Per chi decidesse di non utilizzare l’Hakama, l’abito sarà sempre quello utilizzato nella difesa personale. Va comunque detto infine che, essendo la difesa personale intesa come applicazione del Kata, l’Hakama (per chi la possedesse) verrà indossata praticamente sempre.

COME PIEGARE IL KEIKOGI:

Immagine 022Immagine 023Immagine 024

 Immagine 025Immagine 026Immagine 027

Immagine 028

COME PIEGARE L’HAKAMA:

Immagine 005Immagine 007Immagine 009

Immagine 010Immagine 011

Immagine 012Immagine 014

Immagine 015Immagine 018

Immagine 017Immagine 019

Immagine 020

Lascia un Commento